Chi siamo - Dove siamo...                
 
TORNA A RECENSIONI

da "OSTERIE D'ITALIA": La Nostrana (Montelongo)Trattoria La Nostrana Montelongo

Montelongo non si può certo definire una località di passaggio: per raggiungere questo silenzioso paese bisogna percorrere strade a tratti scomode ma, garantiamo, ne vale la pena. Data la difficoltà ad arrivare, e le piccole dimensioni del locale, la prenotazione è quasi obbligatoria, per avere la certezza di trovare quanto di meglio la buona cucina di Maria Concetta Pannunzio sa offrire. La patronne è un’amabile padrona di casa cha ha ristrutturato la proprietà di famiglia per riproporre i sapori della sua infanzia, preparando da sola la maggior parte degli ingredienti delle ricette.
Cominciate con l’antipasto, ma con una raccomandazione: fate attenzione a non saziarvi molto presto. Detto questo, largo alla pizza con i ciccioli, alle frittate, ai peperoni secchi fritti, ai sottoli caserecci e alle tante preparazioni di verdure di stagione proposte ripiene, gratinate o al tegame. Tra i primi piatti, segnaliamo la chitarra con mollica di pane e sugo di baccalà, che recupera la tradizione molisana, o i fusilli (fatti in casa, con l’apposito ferretto) con ragù di galluccio farcito di uova, pane, fegatini e fromaggio grattugiato. D’inverno è d’obbligo assaggiare la pizza ‘e fojie, una pizza di mais cotta sotto la cenere e condita con verdure selvatiche o con i fagioli. Tra i secondi piatti si distinguono l’agnellone brodettato e le cotenne di maiale, dalla cottura lentissima con finocchietto selvatico, per dare un risultato finale davvero apprezzabile. Dolci in linea con le premesse: piccole paste di mandorla, crostate, fiadone di ricotta e tronchetto di castagne.
Non c’è carta dei vini, ma un piccolo assortimento di bottiglie, prevalentemente regionali, a vista.